Addio Acea, Stellantis corre da sola.

14 Giugno 2022

Stellantis ha deciso di lasciare l’Acea, l’associazione dei costruttori automobilistici europei. La scelta rientra, secondo quanto dichiarato, in una nuova politica per affrontare le sfide della mobilità futura e prevede un allontanamento dalle tradizionali associazioni dei costruttori.

L’addio all’Acea da parte del gruppo guidato da Carlos Tavares è previsto entro la fine dell’anno. Il ceo portoghese è stato nel biennio 2018-2019 presidente dell’Acea, ma ha dichiarato, forte dei suoi 14 brand all’interno del gruppo, che è giunta l’ora di un cambio di paradigma lasciando le associazioni di categoria per concentrarsi su organizzazioni private per ciascun costruttore.

“Vogliamo creare un forum pubblico” 

In parallelo Stellantis ha annunciato la creazione del “Freedom of Mobility Forum”, un incontro annuale previsto per l’inizio del 2023 che, secondo quanto comunicato, riunirà un gruppo di esperti per cercare soluzioni dedicate alla mobilità sostenibile. Il forum sarà coordinato da un comitato consultivo che rappresenterà i vari azionisti del settore, tra cui fornitori di mobilità, accademici, politici e scienziati. 

“Intendiamo creare un forum pubblico dove sia possibile riunirsi per affrontare le questioni chiave del dibattito sulla mobilità pulita e indicare i prossimi passi da poter seguire insieme“, ha dichiarato Carlos Tavares in una nota.

Immediata la risposta dell’Associazione dei costruttori europei che si dice “dispiaciuta della dipartita di Stellantis”, ma al tempo stesso, “pronta ad agire comunque come voce comune per i produttori di auto, camion, van e bus”. Stellantis è il primo grande costruttore europeo a ritirarsi dal gruppo.