Cina, vendute 1 milione di auto in 1 mese.

4 Luglio 2022

La politica voluta dal governo cinese che ha sancito una riduzione dell’imposta che si applica ad alcuni veicoli passeggeri a basse emissioni, in pratica un incentivo a comprare auto elettriche o ibride, sembra funzionare. Secondo la amministrazione fiscale statale, infatti, nel primo mese di applicazione del provvedimento, sono stati commercializzati 1,09 milioni di auto che hanno beneficiato della facilitazione. Complessivamente, sempre per l’agenzia nazionale, il risparmio per gli acquirenti è stato all’incirca equivalente a 1 miliardo di euro.

Il tutto a fronte di vendite complessive – nel periodo tra l’1 e il 26 giugno – che hanno toccato gli 1,42 milioni di pezzi, registrando una crescita del 27% rispetto all’anno precedente.

Come funziona

A fine maggio, la Cina ha deciso di dimezzare la tassa sull’acquisto di autovetture con un prezzo non superiore a 300.000 yuan (che equivale a circa 42mila euro) e con motori da 2 litri o più piccoli. La decisione, è stato comunicato dalle autorità statali di Pechino, resterà in vigore dall’1 giugno almeno alla fine  dell’anno.

L’operazione fa parte del mix di politiche cinesi per mantenere l’economia stabile, e soprattutto superare i vari problemi dati, per esempio, dalla recrudescenza della pandemia, visto che le vendite di autovetture pesano molto sulla crescita dei consumi del Paese.