Corea, SsangYong e la ricarica “senza fili”.

21 Novembre 2022

Un sistema “senza fili” che consente la ricarica wireless delle batterie dei veicoli elettrici e garantisce ai costruttori anche la possibilità di montare sui mezzi accumulatori meno ingombranti e più leggeri.

A presentare l’innovazione è il costruttore coreano SsangYong Motor che ha utilizzato come palcoscenico un evento organizzato dal Ministero della Scienza di Seoul. In questo frangente, la Casa – che si è appena lasciata alle spalle un periodo difficile, uscendo dall’amministrazione controllata – ha esposto il suo primo suv 100% a zero emissioni il Korando e-motion, dotato di una batteria ai polimeri di litio da 61,6 kiloWattora e di un sistema di ricarica wireless da 22 kiloWatt in grado di fare il pieno di energia completo al veicolo elettrico in tre ore.

Sforzo innovativo

Quando la tecnologia sarà commercializzata, dicono dal costruttore, i veicoli elettrici potrebbero essere in grado di funzionare con batterie più piccole: questo contribuirà anche ad abbattere i costi  per i consumatori, dato che gli accumulatori sono il fattore principale che determina i prezzi elevati dei veicoli elettrici.

Dal 2020 – e nonostante tutte le sue difficoltà – SsangYong Motor collabora con diversi istituti di ricerca e università, tra cui il Korea Automotive Technology Institute e Kaist, per sviluppare una piattaforma di ricarica wireless sicura e conveniente per i veicoli elettrici che possa essere commercializzata entro il 2024, nell’ambito di un programma nazionale stabilito dal Ministero del Commercio, dell’Industria e dell’Energia.