MG4 Electric, nuovo inizio.

30 Giugno 2022

Dopo aver visto una grande crescita in Europa grazie ai suoi primi veicoli elettrici, lo storico marchio britannico MG (ora di proprietà della cinese Saic) passa alla seconda fase della sua strategia, presentando la MG4 Electric, prima vettura concepita come un’elettrica nativa e sviluppata a partire da un’architettura dedicata. 

Abitacolo spazioso

A differenza degli altri modelli, che sfruttano pianali multienergia, la MG4 porta al debutto la nuova piattaforma modulare MSP del gruppo Saic. L’auto adotta le dimensioni di una compatta di segmento C: è lunga 4,28 metri (più o meno come una Volkswagen ID.3), ma lo spazio a disposizione dei passeggeri posteriori si preannuncia degno di una vettura di segmento superiore, grazie all’ampio passo. In più la carrozzeria riceve anche accenni al mondo delle monovolume e a quello dei crossover, come mostra il corpo vettura a ruote alte.

I powertrain

La MG4 Electric sarà disponibile con due tagli di batterie, da 51 kilowattora e 64 kilowattora (che consentono un’autonomia rispettivamente di 350 e 450 chilometri nel ciclo WLTP), e con due tipi di powertrain: a singolo motore e trazione posteriore oppure a doppio motore e trazione integrale. Nel caso della versione a trazione posteriore il motore potrà erogare una potenza di 150 kilowatt (200 cavalli) in abbinamento alla batteria più grande e di 125 kilowatt (170 cavalli) se associato all’accumulatore più piccolo.

La MG4 Electric accelera da 0 a 100 km/h in meno di 8 secondi, mentre la velocità massima è fissata a 160 chilometri orari. I tecnici della Casa, inoltre, promettono un comportamento dinamico piacevole grazie alla distribuzione dei pesi 50:50, che consente una notevole maneggevolezza. La MG4 sarà in vendita in Italia a partire dall’ultimo trimestre dell’anno a prezzi non ancora comunicati.