Ssangyong Motor, dal 2 giugno all’asta.

1 Giugno 2022

Il marchio auto coreano Ssangyong – andato in bancarotta – potrebbe avere davvero le ore contate. La società di revisione contabile EY Hanyoung, che sta curando il tentativo di vendita del costruttore, ha dichiarato che pubblicherà un avviso pubblico per l’asta il 2 giugno e si aspetta di ricevere lettere di interesse entro il 9 del mese, mentre la scadenza per la prima tornata di offerte è fissata per le 15.00 del 24 giugno.

L’amministratore ha dichiarato che la nuova asta procederà sotto forma di un’offerta chiamata “stalking horse”, in cui un pretendente principale farà un’offerta preliminare per la società prima della messa all’incanto. Se durante l’asta, un altro potenziale compratore dovesse garantire una cifra maggiore, al principale offerente verrà chiesto se è disposto ad eguagliare il prezzo più alto per aggiudicarsi la società.

EY Hangyoung ha selezionato un consorzio guidato dal conglomerato industriale locale KG Group come offerente preliminare per Ssangyong, mentre si sa che altri due consorzi stanno pianificando di partecipare all’asta, guidati rispettivamente  dal produttore di componenti per veicoli elettrici EL B&T e dall’azienda di abbigliamento Ssangbangwool.

Tentativo fallito

Una prima asta per Ssangyong si è svolta alla fine del 2021, ma l’acquirente, il produttore locale di autobus elettrici Edison Motors, non è riuscito a completare l’acquisto entro la scadenza concordata del 26 marzo. Questo ha fatto partire da capo la procedura che si deve concludere entro giugno.