Volvo PV544 Sport, da competizione.

22 Dicembre 2022

Viviamo in tempi di transizione energetica, ma alcune auto d’epoca non smetteranno mai di emozionare: soprattutto questa Volvo PV544 Sport, omologata FIA e pronta per il rally. Ma prima raccontiamo la storia di questo straordinario modello.

Un po’ di storia

La serie PV è stata introdotta nel 1944 e sviluppata durante la seconda guerra mondiale: pensando di realizzare un’auto affidabile e accessibile, per accelerare la motorizzazione, Volvo lanciò la PV444, che entrò in produzione solo nel 1947. 

Le versioni iniziali della PV444 sono state concepite per essere il più semplici possibile: con il solido guscio unibody, le sospensioni anteriori indipendenti e il motore quattro cilindri in linea da 1,4 litri, poi aggiornato in un più potente 1,8 litri.

Successo commerciale

Constatando il successo commerciale del modello, Volvo terminò la produzione del PV444 nell’agosto 1958 e introdusse il nuovo PV544: una cinque posti, lanciata come veicolo familiare, che uscì anche nella versione Sport, un sogno di ogni giovane negli anni ’70. Con i suoi 91 cavalli a 5mila giri al minuto, e i doppi carburatori SU, produceva un rombo memorabile.

La versione Sports era in grado di scattare da 0 a a 100 in 10,5 secondi e raggiungere una velocità massima di quasi 160 chilometri orari. Numeri di certo non impressionanti per gli standard odierni, ma che potevano competere con la Porsche 356 dell’epoca. PC444 e PV544 svolsero un ruolo fondamentale nella costruzione del marchio Volvo.

Esemplare protagonista

Torniamo ora però all’esemplare protagonista dell’articolo: una Volvo PV544 Sport omologata dalla FIA. Ha iniziato la sua vita come una semplice vettura di serie nel 1965, ma nasconde, sotto il cofano, una versione modificata del motore B18D da 1,8 litri aspirato, abbinato a un cambio manuale a 4 velocità.

L’auto è dotata di un set di cerchi in acciaio da 13 pollici avvolti in pneumatici Avon e rifinita in Cherry Red, con decalcomanie laterali del numero 3.

La vettura è stata omologata per il rally grazie al pilota di rally svedese Karl-Gustav “Knaggen” Backström, ex proprietario, che l’ha convertita ed è riuscito a ottenere un terzo posto nel rally di Kulsvängen del 1969, proprio al volante della vettura.

Dettagli sportivi

L’auto presenta quattro fari anteriori e anche gli interni hanno subito modifiche significative: è dotata di roll-bar nero opaco, sedili sportivi con imbracature da corsa Sabelt, un computer da rally digitale, un volante a tre razze con finiture in pelle e impugnatura del freno a mano esterna.

Ora questa Volvo PV544 Sport completamente approvata dalla FIA è pronta per provare di nuovo il brivido della competizione. Ha solo bisogno di un nuovo pilota: l’auto è in vendita a Stoccolma, in Svezia, con il contachilometri che segna 15.451. Un affare.